Stella Azzurra Roma – Vanoli Cremona

La Stella Azzurra Roma lotta ma si arrende alla Vanoli Cremona

Anticipo della decima giornata del girone verde, con la Stella Azzurra Roma alle prese con il difficile impegno contro la capolista del raggruppamento Vanoli Cremona; i capitolini danno filo da torcere alla valida squadra ospite per larghi tratti, cedendo però per 62-74.

Il primo ad andare a segno è Tabu con una tripla, seguita dal libero dell’ex Eboua prima che Nikolic sblocchi i romani con 7 punti consecutivi: 7-4 dopo quattro minuti di gioco. Cremona si rifà sotto e le due squadre si ritrovano attaccate, a battagliarsi in un primo quarto equilibrato, separate da un punto con continui cambi della squadra in vantaggio fino al +3 fissato da Jalen Cannon a due minuti dal termine del primo quarto (11-14). Lo stesso Cannon, oltre a caricare di falli i giovani lunghi nerostellati Mabor e Salvioni, si ripresenta in lunetta per altri due liberi realizzati, così come Caroti, portando i suoi sul +7, avanti 11-18 fino alla tripla di Giachetti a fil di sirena per il 14-18 con cui si chiude la prima frazione.

Il secondo quarto inizia con il jumper a segno di Visintin, che riporta vicino le due squadre sul 16-18 prima che lo stesso Visintin nell’azione successiva subisca sfondamento e piazzi anche il pareggio. E’ una schiacciata di Mobio a riportare avanti gli ospiti, dopo due minuti e mezzo, con la tripla di Denegri del 18-23 ad aggiungersi prima della replica da sotto di Chiumenti. Arriva però il break ospite: 0-9 a mettere una doppia cifra di punti fra le due compagini, con Cremona avanti 22-32 a metà frazione. Rullo rimette punti sul tabellone per i capitolini, con la tripla di Wilson a seguire per i romani che tornano a -5 a tre minuti dal rientro negli spogliatoi. Lo stesso Wilson aggiunge un gioco da 3 punti, Ferrara due liberi: con un controbreak dei padroni di casa di 10-0, parità a quota 33 a 60 secondi dall’intervallo lungo. Altro giro in lunetta di Cannon e la seconda frazione si chiude sul 33-35.

Il terzo quarto si apre con la tripla di Denegri e due punti di Cannon, per il rapido 0-5 ospite in due minuti fermato da un timeout di coach Bechi. L’agonismo si alza e Cremona si avvicina pian piano alla doppia cifra di vantaggio, raggiunta con una tripla di Eboua a metà quarto, col punteggio ad andare sul 36-48 nonostante i capitolini continuano a non demordere; un altro canestro di Tabu però costringe i capitolini a fermare nuovamente la partita con una sospensione. Un jumper di Lazar Nikolic interrompe il parziale ospite, con Ferrara a dare nuova energia sotto le plance; ancora Nikolic carica i suoi replicando alla tripla di Tabu, prima che anche Caroti colpisca da fuori per il 43-57 con cui inizia l’ultima frazione.

Ultima frazione in cui gli ospiti provano a dare la spallata: aumentano i contatti, col match a farsi più spigoloso e le percentuali ad abbassarsi. Cannon piazza i punti del +19 dopo tre minuti per il 43-62; le due squadre allungano le rotazioni e si scambiano canestri, patendo la stanchezza dell’anticipo rispetto al regolare turno nei vari effettivi. Rullo e Giachetti mettono la firma sulla fiammata finale della Stella Azzurra Roma che riduce il parziale, con il match a chiudersi sul 62-74 per la Vanoli Cremona.

Stella Azzurra Roma – Vanoli Cremona 62-74

Stella Azzurra Roma:

Innocenti, Wilson 11, Mabor, Nikolic 15, Giachetti 9, Chiumenti 4, Pugliatti n.e., Visintin 6, Rullo 12, Rapini n.e., Ferrara 5, Salvioni

All. Bechi

Ass. All. Micheletto

Vanoli Cremona:

Eboua 5, Gallo, Cannon 18, Alibegovic 3, Caroti 7, Tabu 12, Denegri 13, Piccoli 8, Mobio 6, Ndzie 2

All. Cavina

Ass. All. Brotto