La Stella Azzurra parte in cabina dì regia con Visintin ed Innocenti accompagnati dalla garra di Raspino ed i centimetri dì Barbante e Marcius. Biella con il primo strappo alla gara grazie ai cinque punti di fila di Hasbrouck (5-3), allungano Pollone e Vincini (9-3). La tripla di Bianchi porta i padroni di casa sul +9, costringendo coach D’Arcangeli al time-out. L’americano è ispirato e porta i suoi sul massimo vantaggio di +16. La Stella trova in Raspino i propri punti. Dopo la sospensione, i nerostellati mettono a referto 5 punti preziosi. La tripla di D’Ercole costringe Biella al time-out. I capitolini prendono fiducia dalla difesa e si portano sul -5 (26- 21). Fine primo quarto 28 a 21 per Biella. I biellesi allungano sul +10 (35-25) dopo un PnR giocato e realizzato da Pollone. Ad 1’26’’ alla fine del primo tempo, la Stella è sempre sotto di 10 lunghezze, diminuisce il gap al termine dei primi 20’: -6 (47-41). Il terzo tempo viene aggredito con determinazione dai nerostellati, particolarmente dal duo Raspino- Marcius che porta la Stella sul -2 (47-45). I capitolini soffrono tanto le ripartenze avversarie. I padroni di casa allunga prima sul +15 e poi sul +20, mantenendo la calma e la lucidità per gli ultimi 5’, che fanno da garbage-time. La partita termina sull’83 a 67.